Un libro “made in Italy” per i bambini di oggi!

Duccio e il mistero della musica telepatica

Duccio e il mistero della musica telepatica

Paola Reggiani

Feltrinelli Kids, 2013

+ 8 anni

Wow!

Ho appena finito di leggere questo libro

e non vedo l’ora di condividerlo con voi

però prima voglio finire il test della signora Virginia,

sul sito www.ilmisterodellamusicatelepatica.com

per sapere quanto sono romantica.

Scusatemi, Virginia è la vicina di casa di Duccio,

il protagonista della storia: un bambino di undici anni

che ama fare liste,

scattare fotografie,

giocare a pallone,

passare i pomeriggi con il suo amico Vittorio,

pensare a Lee, la sua compagna cinese,

Ops! Ho appena compilato una

LISTA DELLE COSE CHE AMA FARE DUCCIO

dopo aver letto il libro ne sarete contagiati…

La storia inizia quando i suoi genitori decidono di separarsi

e Duccio affida ad un quaderno le sue emozioni:

Dentro ho una specie di buco che fa male.

Un buco è vuoto e non dovrebbe far male, però è così.

Mi sento sottosopra.

Per fortuna c’è Beatrice, una bambina, un po matta

che ha un dono speciale:

sa leggere nella mente e comunicare con il pensiero.

Beatrice è telepatica e ama la musica.

Sebbene abiti in un’altra città e non conosca Duccio

riesce a sentire il suo dolore

e a confortarlo attraverso la musica che sceglie di fargli ascoltare.

Duccio si ritrova così a sentire nelle orecchie

una melodia diversa a secondo delle occasioni,

senza capire da dove venga.

Riuscirà a risolvere il mistero

a suon di musica grazie

ad un amico che non pensa che sia un  folle,

una vicina che da ex rompiballe diventa un genio,

una compagna cinese che ride senza fare troppo rumore,

due genitori che gli vogliono bene più di prima,

una bambina che sa che la musica

Con sette note,

sempre le stesse, sempre quelle,

riesce a raccontare milioni di storie diverse.

E soprattutto grazie ad “Angerona”

il quaderno di Duccio

che, silenziosamente, ha il potere di fare chiarezza

e dare un senso a ciò che sembra ingarbugliato.

Cavolo ho fatto di nuovo una lista!

Però adesso devo proprio finire il test

e scrivere al mio personaggio preferito.

Eh si perché l’avventura prosegue on line!

Che aspettate a cliccare sul sito?

P.s. vi consiglio di non ascoltare le musiche di Beatrice vi potrebbero piacere!

N.b. Nel libro ci sono anche delle dritte per cavarsela con i bulli.

farsi fotografare con un dente rotto

e salvare il pesce Blob dall’estinzione!

Buona lettura Tata Libro

Geraldina, il topolino che scoprì la musica.

Vi è mai capitato mentre leggete

 di essere avvolti da una musica che nasce dalla storia?

A me è successo con il libro che sto per presentarvi,

dove non solo  si può ascoltare

una dolce melodia che si alza nell’aria,

ma la si può anche ammirare nelle illustrazioni,

come ” un intreccio di fili d’argento e d’ oro”.

L’autore di tale miracolo è

Leo Lionni,

in questo straordinario albo illustrato:

download

Geraldina, topo-musica

Leo Lionni

Babalibri, 2010

+ 3 anni

Dove si narra la storia di

Geraldina, una topolina dolce e curiosa,

che incontra la musica in un pezzo di formaggio

e se ne innamora.

” Geraldina non aveva mai sentito la musica.

Rumori sì, tanti:

le voci della gente, lo sbattere delle porte, 

l’abbaiare dei cani, il gorgoglio dell’acqua, i miagolii dei gatti.

E naturalmente il sussurrio dei topi.

Ma musica mai.”

La scoperta della musica

avviene in modo improvviso ed inaspettato,

ad opera di un topo gigante

che emerge per magia da un pezzo di formaggio,

man mano che viene rosicchiato.

foto

Nella notte il topo gigante

usa la sua coda come un flauto

ed emette un suono che man mano

diventa più forte e melodioso…

Geraldina non aveva mai sentito nulla di più bello.

“Musica”, pensò, “questa deve essere la vera musica!”

 Prova un piacere mai provato prima

 che le fa desiderare di provarlo di nuovo.

“E così, notte dopo notte,

il flautista di formaggio suonava per Geraldina.

E lei imparò a riconoscere le melodie

che perfino durante il giorno

continuavano a risuonare nelle sue orecchie.”

E’ una gran gioia,

per Geraldina poter ascoltare la musica,

ma quando i suoi amici reclamano il formaggio,

cosa fare se non condividere questa piacevole scoperta?

E infatti dopo aver esitato per un attimo,

Geraldina

“…fece un passo indietro, solennemente sollevò la punta della coda e vi appoggiò le labbra,

prese un gran respiro e cominciò a soffiare.

Soffiò forte. Sbuffò, ansimò, fece insomma tutti i versi possibili.

I suoi amici risero a crepapelle.

Infine un lungo, dolce fischio uscì dalle labbra di Geraldina.

Una delle melodie del flautista di formaggio si sparse nell’aria.

I piccoli topi non riuscirono a respirare per la meraviglia.

Altri topi corsero ad osservare il miracolo.

foto (1)

Mi sembra di vedere questa topolina coraggiosa,

con il cuore rigonfio di gioia

che prova a suonare la musica che ha dentro.

Mi vien voglia d’incoraggiarla…

E voi riuscite a sentire la dolce melodia

che  s’innalza dalle pagine di questo libro abilmente illustrato?

Buona lettura Tata Libro

Crescere a tempo di musica.

La musica è intorno a noi,

non bisogna far altro che ascoltare,

per emozionarci e per modificare i nostri stati d’animo.

Ma la musica è anche un mezzo per esprimerci e per creare,

per rafforzare la nostra capacità di ascolto, di dialogo

e far volare la nostra immaginazione.

La musica allena la nostra capacità di attenzione , concentrazione e memoria,

oltre ad essere  fonte divertimento e di  benessere.

Per tutti questi motivi è importante fin da bambini,

crescere in un ambiente musicalmente ricco di stimoli.

Ed è per sensibilizzare le famiglie, sull’importanza

che la musica riveste nel processo di crescita,

che è nato il progetto Nati per la musica.

Promosso dall’Associazione Culturale Pediatri

in collaborazione con il Centro per la Salute del Bambino

e la Società Italiana per l’Educazione Musicale,

il progetto sostiene tutte le attività che mirano ad avvicinare

il bambino al mondo dei suoni e della musica.

Nel sito www.natiperlamusica.it

 potete consultare una ricca bibliografia sull’argomento.

I libri che preferisco sono quelli

che permettono di comprendere ed avvicinarsi alla musica,

giocando con i mezzi messi a disposizione dalla natura,

usando il proprio estro creativo.

Tra questi,

tre libri di Arianna Sedioli,

stimata studiosa di arte sonora.

suoni per giocare

Suoni per giocare. Con CD audio.

Sedioli Arianna

Artebambini, 2007

+ 5 anni.

Un libro d’ idee e consigli

per giocare con i suoni prodotti dalla voce,

dagli oggetti e dai materiali della natura.

suoni d'acqua

Suoni d’acqua. Con CD audio.

Arianna Sedioli

Artebambini, 2007

+ 5 anni

Un libro d ‘idee e suggerimenti per giocare

e  creare suoni con l’acqua,

per usare lavandini, bacinelle e vasche

come strumenti musicali

da suonare con le mani o con oggetti di uso quotidiano.

la casetta dei suoni

La casetta dei suoni. con CD audio.

Arianna Sedioli

Artebambini, 2009

Un libro rivolto ad educatori e genitori

in cui si descrive la realizzazione di un progetto:

la casetta dei suoni.

Uno spazio laboratorio,

realizzato nel giardino del nido d’infanzia Pimpa, a Forlì,

dove i bambini possono sperimentare e divertirsi con i suoni.

Nel libro ci sono, inoltre, proposte per attività e allestimenti,

da realizzare nei nidi, nelle scuole e a casa.

Vi segnalo inoltre:

eco-band-la-natura-e-musica-cd

Eco Band. La natura è musica. Con CD audio.

Roberto Santoro, Mauro Sveca, Davide Veca

Casa musicale Eco, 2012

+ 6 anni

Gli autori di questo libro credono che la musica,

coinvolgendo i bambini,

possa contribuire a diffondere una coscienza ambientale.

Per questo propongono un vero e proprio percorso didattico,

finalizzato all’apprendimento di nozioni musicali e ambientali .

E se l’argomento vi ha interessato che ne dite di

 prenotare una visita, con i vostri bambini, a Venasca ( Cn),

al primo parco tematico italiano dedicato ai suoni e alla musica:

la fabbrica dei suoni.

la fabbrica dei suoni

Buona serata Tata Libro

Vi presento Joe Reilly

I miei lettori sanno quanto ami condividere le mie piccole scoperte,

anche quando non riguardano il mondo dei libri.

Ma se vogliamo che i bambini diventino lettori ,

dobbiamo raccontare la vita tutta intera,

 contaminando tra loro  diversi  linguaggi:

 la scrittura, la musica, il cinema

e quant’altro ci venga in aiuto.

Detto questo, vi presento Joe Reilly,

cantante, compositore ed educatore ambientale

di Ann Arbor, città del Michigan.

Egli scrive canzoni, ispirandosi alla natura,

esprimendo il desiderio di

migliorare le relazioni con noi stessi,

gli altri e la terra.

Le sue canzoni sono giocose, intelligenti e coinvolgenti.

Joe ha inciso sette album, di cui due per i bambini:

Children of the earth (2007)

Let’s go outside (2011).

Ama cantare e danzare con loro.

Pensa che la danza permetta di diventare un animale o una pianta,

saltare come una rana o battere le ali come un tacchino!

Il suo animale preferito è la scimmia,

mentre se potesse essere un albero,

sarebbe una quercia.

Egli riconsce la bellezza

e l’ importanza di ogni specie vivente,

il loro legame indissolubile,

e cerca di trasmetterlo ai bambini

con l’immediatezza della sua musica.

Guardate ed ascoltate il video, sono sicura che vi piacerà!.

Per saperne di più potete consultare il sito www.joereilly.org

Un abbraccio, Tata Libro