Pepe e “le puzze dell’elefante”.

18

“Proooooot!”

“Accidenti, che puzza!

Chi l’avrà fatta?”

 Pepe?”

Blatero tappandomi il naso.

“Non sono stato io,

è stato il piccolo elefante!”

Abbaia Pepe.

“Chi?”

Dico esterrefatta.

“Guarda qui.”

Dice aprendo un libricino.

1389489

Le puzze dell’elefante.

Pittau, Gervais

Il castoro

2001

+ 3 anni

“Lo vedi questo elefante?

E’ piccolo

ma fa delle

rumorose e puzzolenti.

Ahahahaha…”

Ride sotto i baffi.

“Si ma io la puzza l’ho sentita veramente.”

Affermo.

” Sarà solo la tua fervida

immaginazione…”

Abbaia furbo.

” Certo che leggendo

questa storia

la puzza aumenta!”

Dico guardando

“il piccolo elefante”.

foto

“Ahahahaha….

pensa che quando va in piscina

fa diventare l’acqua bollente

con le sue

….”

Ridacchia.

I suoi amici animali

lo hanno spedito nella foresta

perché la notte non riuscivano a dormire

per la gran puzza.”

Afferma.

“Povero.

All’aria aperta

non dava fastidio a nessuno.”

Dico.

” A parte stendere un leone inferocito…”

Abbaia.

“E poi l’hanno lasciato lì?”

“Chi il leone?” Abbaia.

“No l’elefante,

sciocco!.”

Gli do un buffetto.

“No mancava a tutti

e così sono andati a richiamarlo.”

Abbaia eccitato.

” E il piccolo elefante

ha smesso di fare

le ….?”

Domando curiosa.

” No,

uno non può decidere di smettere,

quando vengono vengono,

però può usarle

per fare qualcosa di buono!”

” Di buono?”

Chiedo incredula.

Si come gonfiare i palloncini!”

Abbaia.

foto-1

” Ahahaha questa poi!”

Rido anch’io.

“Speriamo che non scoppino! Ahahaha”

Ridiamo insieme.

A volte leggere

è proprio divertente…e puzzolente!

Buonanotte Tata Libro, Pepe e l’elefantino….

Prooooooot……

“Villa Topi”: creatività da leggere

Mi chiamo Sam,

sono un topolino

“SUPERtimido e buonISSIMO”,

vivo a “Villa Topi” 

con la mia famiglia.

Julia,

la mia migliore amica,

è

“SUPERcuriosa e vivacISSIMA”.

“Villa Topi” è un edificio fantastico

con più di cento stanze,

costruita dalla vera mamma di tutti noi:

KARINA SCHAAPMAN

con scatole di cartone, cartapesta

e materiali riciclati.

Io e Julia,

abbiamo costruito nel sottoscala

una capanna segreta

e sotto un asse del pavimento

abbiamo nascosto

un bauletto di legno

dove custodiamo

tutti i nostri…ops…Segreti.

Se ti capita di annoiarti

vieni a trovarci,

potrai conoscere lo “straccivendolo”,

assaggiare le frittelle che prepara mia nonna,

aiutarmi a cambiare i pannolini

ai miei due fratellini e alla mia sorellina

appena nati.

Partecipare al compleanno di mia cugina Sofia,

aiutarmi a fare il bucato,

io sono una vera frana.

Potremo giocare ,

festeggiare lo Shabbat,

e poi ti mostrerei i tatuaggi da marinaio

che mio nonno ha sul braccio.

Dovrai essere molto coraggioso,

perché a “Villa Topi” 

ci sono anche dei topi spaventosissimi,

li vedrai con i tuoi occhi.

Ora devo andare a dormire

e riposare,

perché la mia casa ha le ruote e

KARINA

ci porta in giro per il mondo

a conoscere tutti i bambini

che ci vogliono già bene

anche

se siamo solo

topi fatti a maglia.

Villa topi. Sam e Julia

Karina Shaapman, Bouwer Tony

Nord-Sud edizioni

2011

+ 5 anni

Per chi volesse  sapere qualcosa di più

su Karina e Villa Topi

c’è:

the-mouse-mansion.blogspot.it

Buonanotte da Sam, Julia, e …Tata Libro!

Se il libro è un veliero…

” E quale bambino non ha pensato di vedere in cielo,

una notte d’estate in cui non vuole prendere sonno,

il veliero di Peter Pan?

Voglio insegnarti a veder quel veliero,

voglio scrivere questo libro

per dirti che anche i libri seri,

anche i libri per adulti,

anche i più difficili,

non sono altro che velieri mascherati

e che hanno lo stesso incanto

del veliero di polvere d’oro di Peter Pan”.

Roberto Cotroneo,  Se una sera d’estate un bambino, Frassinelli, 1994 pag.15