“Un’amica di penna” per Pepe

IMG_4892

“Tata mi aiuti a scrivere una lettera?”

Abbaia Pepe con un foglio di carta tra i denti.

“Una lettera? E chi sarebbe il destinatario?”

“Bambino” sarai tu!

Esclama mostrandomi una foto

pubblicata sul nostro giornalino preferito.

foto (3)

foto (2)

“E chi è questa bella cagnolina?”

Gli chiedo sorridendo.

“E’ Dori…vorrei sapere il suo indirizzo…vorrei diventare un suo amico di penna…”

Abbaia timido.

Amico di penna?”

Dico sbalordita.

Non potresti chiedergli semplicemente l’amicizia su facebook

o scrivergli una e-mail come fanno tutti?”

Gli consiglio.

“Ma Tata….è così impersonale…”

Abbaia piano.

“Io vorrei poter scegliere una bella carta da lettera, magari profumata…”

Abbaia Pepe con lo sguardo sognante.

“E magari vorresti anche il pennino con l’inchiostro?”

Lo prendo un po in giro.

“Tata…potrei esercitarmi con l’italiano e condividere con lei le mie passioni,

i miei pensieri…proprio come Eugenia e Chariza .”

Abbaia per convincermi.

“Chi?”

Dico quasi cadendo dalla sedia.

Sono amici di penna, Lei vive in Italia, lui in Africa, nello Zimbabwe.

Si raccontano di tutto.

Sono i protagonisti di:

cover

Coccodrilli a colazione

Emanuela Nava, Roberto Luciani

Giunti, 2009.

+ 8 anni

“Se la metti così  mi sembra una buona idea,

anch’io da piccola avevo un’amico di penna.

Che emozione ricevere le sue lettere,

aprirle e  leggerle d’un fiato,

era un momento tutto mio.

Era bello sapere che un bambino  in un’altra città

 si prendeva un po di tempo per raccontarmi di se,

delle sue emozioni, insomma per confidarsi con me!”

Gli dico persa nei ricordi.

“Dai, dai vediamo se riusciamo ad avere l’indirizzo di Dori,

non vedo l’ora di leggere le sue lettere!”

Gli dico entusiasta.

“Ma Tata, Dori sarà la mia amica di penna!”

Abbaia eccitato!

Se pensate che sia utile e divertente, per i vostri bambini,

avere un amico di penna,

non vi resta che aiutarlo a cercare qualcuno della sua età,

magari con le sue stesse passioni.

Nel sito del Coordinamento Informagiovani del Piemonte

ho trovato un post sul tema con molti riferimenti utili.

lo condivido volentieri con voi:

http://bancadati.informagiovanipiemonte.it/schede-orientative/schede/1662/scambi-di-corrispondenza

Buonanotte a tutti e non perdetevi la prossima avventura di Pepe.

“Trippy e la signora Bentrovati”

Guardate un po cosa abbiamo scovato, io e Pepe,

qualche giorno fa in una libreria del centro di Catania:

Trippy e la signora Bentrovati

Trippy e la signora Bentrovati

Cosetta Zanotti

euno edizioni, 2012

+ 8 anni.

Pepe ha iniziato subito a scodinzolare per l’emozione:

Trippy, infatti,  è un’ esuberante meticcia,

snella ed elegante, color creme caramel.

Per chi conosce Pepe

sa che questo può bastare a fargli perdere la testa.

E così ho iniziato a leggergli la storia che inizia raccontando

la rocambolesca avventura dell’adozione di Trippy

da parte del suo padroncino Filippo.

Pepe mi ascoltava attento

mentre gli leggevo le avventure di Trippy,

alle prese con le sue prime esperienze di vita quotidiana.

Era molto interessato e ogni tanto ridacchiava,

si è perfino leccato i baffi quando gli ho letto il pezzo in cui

Trippy divora l’arrosto  preparato per cena,

mentre la famiglia è alla finestra a parlare

con la signora Bentrovati!

“Che tempestività!

Hip hip urrà per Trippy! Ma chi è la signora Bentrovati?”

Ha abbaiato Pepe curioso e impaziente.

“Non avere fretta,

fidati è una storia divertentissima, piena di colpi di scena

e insegna moltissime cose.

Che non tutte le finestre sono finestre.

Che le storie, anche se sono le stesse, non sono mai uguali per nessuno.

Che l’ amicizia tra un cane e un bambino è una cosa seria.

Che quando tra i due c’è tanto amore,

parte un canale di comunicazione invisibile

E poi….che è meglio non lasciare l’arrosto incustodito sul tavolo,

quando in giro c’è un birbante come te!”

Ho esclamato abbracciandolo forte.

Curiosi? E allora che cosa aspettate a leggerlo?

Buona lettura Tata Libro, Pepe e Trippy!