Un libro “made in Italy” per i bambini di oggi!

Duccio e il mistero della musica telepatica

Duccio e il mistero della musica telepatica

Paola Reggiani

Feltrinelli Kids, 2013

+ 8 anni

Wow!

Ho appena finito di leggere questo libro

e non vedo l’ora di condividerlo con voi

però prima voglio finire il test della signora Virginia,

sul sito www.ilmisterodellamusicatelepatica.com

per sapere quanto sono romantica.

Scusatemi, Virginia è la vicina di casa di Duccio,

il protagonista della storia: un bambino di undici anni

che ama fare liste,

scattare fotografie,

giocare a pallone,

passare i pomeriggi con il suo amico Vittorio,

pensare a Lee, la sua compagna cinese,

Ops! Ho appena compilato una

LISTA DELLE COSE CHE AMA FARE DUCCIO

dopo aver letto il libro ne sarete contagiati…

La storia inizia quando i suoi genitori decidono di separarsi

e Duccio affida ad un quaderno le sue emozioni:

Dentro ho una specie di buco che fa male.

Un buco è vuoto e non dovrebbe far male, però è così.

Mi sento sottosopra.

Per fortuna c’è Beatrice, una bambina, un po matta

che ha un dono speciale:

sa leggere nella mente e comunicare con il pensiero.

Beatrice è telepatica e ama la musica.

Sebbene abiti in un’altra città e non conosca Duccio

riesce a sentire il suo dolore

e a confortarlo attraverso la musica che sceglie di fargli ascoltare.

Duccio si ritrova così a sentire nelle orecchie

una melodia diversa a secondo delle occasioni,

senza capire da dove venga.

Riuscirà a risolvere il mistero

a suon di musica grazie

ad un amico che non pensa che sia un  folle,

una vicina che da ex rompiballe diventa un genio,

una compagna cinese che ride senza fare troppo rumore,

due genitori che gli vogliono bene più di prima,

una bambina che sa che la musica

Con sette note,

sempre le stesse, sempre quelle,

riesce a raccontare milioni di storie diverse.

E soprattutto grazie ad “Angerona”

il quaderno di Duccio

che, silenziosamente, ha il potere di fare chiarezza

e dare un senso a ciò che sembra ingarbugliato.

Cavolo ho fatto di nuovo una lista!

Però adesso devo proprio finire il test

e scrivere al mio personaggio preferito.

Eh si perché l’avventura prosegue on line!

Che aspettate a cliccare sul sito?

P.s. vi consiglio di non ascoltare le musiche di Beatrice vi potrebbero piacere!

N.b. Nel libro ci sono anche delle dritte per cavarsela con i bulli.

farsi fotografare con un dente rotto

e salvare il pesce Blob dall’estinzione!

Buona lettura Tata Libro

Picnic di lettura tra libri e lettori

Per questo picnic di lettura

(https://tatalibro.com/2013/06/07/picnic-di-lettura-per-mamma-e-papa/)

potremo avvalerci del “diritto di spizzicare“,

uno dei diritti imperscrittibili  del lettore,

stilati da Daniel Pennac,

che riconosce al lettore,

la libertà di leggere soltanto una parte di un testo.

Il libro che ho scelto è:

20130710-111157.jpg

I libri ti cambiano la vita.

Cento scrittori raccontano cento capolavori.

A cura di Romano Montroni

Longanesi, 2012

“Un libro fatto di libri”

lo definisce Romano Montroni,

e di lettori soprattutto,

senza i quali i libri non esisterebbero.

Un libro in cui la magia di un incontro,

quello tra il lettore e il libro,

diventa un esperienza indimenticabile,

da rivivere e ricostruire

anche con sensazioni fisiche e corporee.

Cento scrittori

“hanno accettato di condividere emozioni,

sensazioni e pensieri nati dalla lettura di un libro.

Un libro che magari a distanza di tanti anni,

ricordano ancora come decisivo.”

State già cercando di ricordare quando avete scoperto

il piacere della lettura e grazie a quale libro?

Non siete i soli.

Quando vi sarà tornato in mente

condividetelo con i vostri bambini,

sarà il modo più semplice per promuovere la lettura

e trovare una scusa per parlare di voi,

delle vostre passioni e dei vostri interessi,

insieme a loro.

Buona lettura Tata Libro

Picnic di lettura per mamma e papà.

img-6959_original_crop

 La lettura è una passione,

può nascere spontaneamente o si può trasmettere.

Ma per contagiare qualcuno bisogna essere degli entusiasti,

infatti non si trasmette una passione

ma l’emozione che questa procura.

E credetemi

se siete pazzi per qualche cosa,

che sia il tifo per la vostra squadra del cuore

o la musica del vostro gruppo preferito,

farete di tutto per far capire cosa provate

alle persone vi circondano,

e per condividere con loro la vostra passione.

Se pensate che leggere sia importante per i vostri ragazzi

allora ci vuole entusiasmo,

ma deve essere vero come la risata di un bambino.

Allora bisogna trovare il tempo per leggere,

a costo di rubarlo.

Per provare emozioni e vivere situazioni

che nella vita reale non potremo mai sperimentare.

Per conoscerci meglio e comprendere meglio gli altri.

Per piangere e a gioire con i personaggi dei libri,

e diventare dipendenti, emozione dopo emozione.

Vi faccio una proposta,

diventare dei Robin Hood della lettura,

e come lui rubava ai ricchi per dare ai poveri,

rubare il tempo per leggere e trasmettere una passione ,

 che non può che arricchirci.

La mia proposta:

un paio d’ore alla settimana

per un breve ed emozionante libro

da leggere tutto d’un fiato,

 dall’inizio alla fine.

Il tempo di un picnic:

” I picnic di lettura di Tata Libro”.

Tata Libro