Pronti per la scuola?

Preschool

Se avete convinto i vostri bambini

che andare all’asilo è bello

questo non vuol dire che sarà

FACILE

tirarli fuori dal letto la mattina

e arrivare in tempo a scuola

con il SORRISO sulla bocca.

Niente timore Camilla Millecuori

conosce un GIOCO straordinario

e questo LIBRO lo spiega a tutti.

pronta per la scuola

Pronta per la scuola!

Gursel Zeynep, Ursula Bucher

Lapis, 2006

+ 4 anni.

Ogni mattina Camilla chiede alla mamma che tempo fa:

se c’è il sole si trasforma in un’avventuriera del deserto

se c’è la neve in una pattinatrice di ghiaccio finlandese

se c’è vento diventa “campionessa malese di aquiloni”.

Vi lascio scoprire in cosa altro si può trasformare

questa BAMBINA,

usando la sua fervida IMMAGINAZIONE

che tanti bambini usano

invece

per non andare a scuola!

Buona Lettura Tata Libro

L’ asilo nei miei ricordi è …

L’asilo nei miei ricordi é:

una canzoncina che inizia così: ” se sei felice tu lo sai batti le mani…”,

un loden sull’attaccapanni, finito sotto tutti gli altri,

il mal di pancia,

un cestino,

 un porta pranzo di alluminio, una tovaglietta e una forchetta piccola piccola,

una scatola piena di giochi,

i tavolini,

la fila per temperare le matite colorate,

uno scivolo, il cancello,

le caramelle da dieci centesimi,

le suore,

gli stivali di gomma,

la poesia di natale,

i lavoretti di pasqua, 

la foto di fine anno,

ma soprattutto la mamma che viene a prenderci,

il tragitto a piedi fino a casa,

le foglie di platano a terra lungo il cammino,

l’inverno,

i disegni delle foglie raccolte,

la sorpresa di ritrovare, tra i libri di quando ero bambina, quelle foglie conservate nella carta velina.

Le coccole della mamma prima, dopo…e nel cestino…

E voi, cosa avete conservato nei vostri ricordi di quell’esperienza?

Ricordare come vi sentivate è anche un modo per capire meglio i vostri bambini ed essere fiduciosi nel fatto che, nonostante tutto, alla fine ce l’avete fatta….

A voi non resta che coccolarlo, passare più tempo possibile con lui quando è a casa, e dedicargli più attenzioni del solito.

Potete preparargli una bella scorta di baci, per quando sarà solo e sentirà la vostra mancanza, come fanno i genitori del piccolo Zeb nel libro:

Zeb e la scorta di baci

Gay Michel

Babalibri

2012 + 4 anni

Provare a far volare via le lacrime che non se ne vogliono andare, facendole diventare leggere leggere, come nel libro:

Lacrime che volano via

De Greef Sabine

Babalibri

2009

+ 2 anni

 

Raccontare ai vostri bambini che tutte le mamme del mondo hanno dei nastrini invisibili che si possono allungare ed accorciare.

Sono dei nastrini fortissimi che servono a legare, con il loro alfabeto segreto, le mamme ai bambini.

Mamma Nastrino, papà Luna

Nava Emanuela

Piemme

2012

+ 4 anni

Buone lettura  e buone coccole Tatalibro